Serge d’Urach presenta “Shangai 1980-1992-2018”

Share:

Serge d’Urach, artista del Concilio Europeo dell’Arte, ha appena pubblicato “Shangai 1980-1992-2018“.

Quest’opera fresca di stampa anticipa la mostra “An Enduring Love Story“, che verrà inaugurata a marzo 2018 nella sede dell’Ambasciata Svizzera a Pechino. L’esposizione celebra la “duratura storia d’amore” tra la Cina e l’artista, che si è innamorato del Paese attraverso i racconti dello zio Herman, nato a Shangai nel 1905. Serge d’Urach ha così iniziato ad appassionarsi all’oriente e, mosso da crescente curiosità, ha visitato la Cina più volte nel corso degli anni imparandone anche la lingua.

Nella mostra “An Enduring Love Story” d’Urach espone i suoi lavori più recenti: i disegni sono realizzati a matita, poi lavorati con inchiostro cinese e pittura a guazzo per sottolineare il contrasto tra luce e ombra, creando un effetto chiaroscurale, mentre gli acquerelli, frutto di lungo e meticoloso lavoro, sono dipinti su documenti antichi orginali (XVII-XIX sec.).