“Leonardo: le secret de la vie” alla Maison d’Italie, Parigi

Share:

Maison d'Italie (Parigi)

6 novembre 2017

 

Il 6 novembre 2017 il CEA Parigi ha organizzato presso la Maison d’Italie di Parigi l’evento “Leonardo: le secret de la vie” in occasione della presentazione del romanzo “Viaggio con Leonardo” di Katia Ferri Melzi D’Eril, membro della famiglia che ospitò per anni Leonardo da Vinci nella dimora patrizia di Vaprio D’Adda.

La storia raccontata nel romanzo ha dato l’opportunità di intraprendere un viaggio muovendo dagli studi scientifici dell’anatomia di Leonardo, trasmessi dal suo compagno di viaggio Francesco Melzi alle Corti reali europee, verso la medicina del futuro ovvero la medicina rigenerativa.

Si inserisce così la partecipazione alla tavola rotonda del Professor Jean-Marc Lemaitre, INSERM Montpellier, che ha parlato di INGRAALYS, biotech costituita a Montpellier per lo studio della reversibilità dell’invecchiamento, e di Aubrey de Grey che è intervenuto sulla possibilità di aumentare la longevità secondo la tradizione anglo-americana. Al dibattito ha partecipato anche Emmanuel Gauvin, Associazione Transumanista francese, che si è espresso sull’evoluzione degli studi in materia in Istria.

Ingrid Brunazzi, Presidente CEA Parigi, è intervenuta sull’importanza dell’Inghilterra nell’evoluzione della storia della Francia e sul pensiero scientifico dell’Illuminismo francese, mettendo in luce la specificità della methode cartesiana come stile di pensiero precipuamente francese e la sua attualità nell’evoluzione della mondializzazione.

Hanno partecipato anche Fabio Marafatto, Fondatore CEA Venezia, che ha parlato della missione del CEA di promuovere un nuovo Rinascimento e ha presentato i prossimi progetti della Fondazione, e Costanza Pontello, fondatrice anch’essa del CEA, che ha parlato della necessità di promuovere attraverso il CEA un’economia evolutiva.

Infine, il Prof. Christophe Rioux, Direttore del Polo Lusso alla Sorbona di Parigi, ha descritto la funzione della Francia nel campo del lusso nel «nuovo mondo» di domani e nel nuovo Rinascimento.